Un altro Blog di moda e stile? Non Proprio!


Un altro blog di moda e stile?

Ma è proprio necessario un altro blog di moda e stile?
E’ probabile che nessuno qui fuori senta proprio il bisogno di un nuovo blog che parli di moda, stile, abiti ed eleganza; però noi abbiamo l’impellente necessità di condividere, con il mondo che viaggia veloce fuori dall’atelier,  il nostro mondo!

Innanzitutto, dobbiamo chiarire che per noi moda e stile significano molte cose. “Vestirsi”, significa molte cose. Perché non si tratta solo di estetica dell’apparire: essere eleganti e ladylike, oppure supercool, o  l’it-girl del momento ha il suo valore, ma può non essere tutto, vero? Allora un blog che parli di moda e stile a modo nostro, che parli di carattere e personalità, di corpi diversi fra loro e di bellezza profonda ci può servire per condividere con voi le nostre idee e opinioni. 

A questo proposito, per voi si tratta di….

Vestirsi o coprirsi?

Per noi “vestire” è una piccola poesia che significa anche “coprirsi”

Questo è stile! Il nostro blog di moda vuole quindi  esplorare  l’universo dell’eleganza mettendo al centro la donna e le sue variegate esigenze.

Ma prima di andare avanti, lasciate che vi presenti chi sta dietro a questo blog di moda, stile, eleganza e ben vestire:

Le tre Anime dell’Atelier

Siamo in tre: Valentina, Mariella ed io, Giuliana.

Tutte Insieme…vicine vicine

La nostra forza sta nella nostra diversità,  perché ciascuna di noi rappresenta ed esprime un’anima diversa dell’Atelier: Mariella è la purista; Valentina è visionaria e pragmatica; Io sono la donna che sussurra ai tessuti .

Abbiamo in comune la convinzione che sia l’abito a doversi adattare alla figura, non il contrario.

Abbiamo poi un altro punto in comune:

Le Super-Nonne e i Segreti della Sartoria

Blog di moda e stile le super-nonne anni '30
Le Super-Nonne non si facevano indossare dai vestiti…. Erano loro ad indossare il vestito

Tutte noi abbiamo avuto la fortuna di avere per nonne donne notevoli, per le quali vestirsi con proprietà ed eleganza era semplicemente un dovere verso la società e verso sé stesse.

Non erano donne di mondo, ma donne di casa che privilegiavano la qualità dei tessuti e la bontà del taglio e amavano uscire con indosso qualcosa che parlasse di loro. Tutte loro avrebbero aborrito l’idea di indossare vestiti che raccontassero del proprio sarto invece che di loro stesse.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *