clutch Chanel

Animalia Fashion Exhibition Pitti

La Natura e l’Alta moda vanno in Scena – Animalia Fashion Exhibition

Animalia Fashion Exhibition è stato un regalo che Palazzo Pitti ci ha fatto nel 2019. Una carrellata di Alta Moda contemporanea, curiosamente abbinata al mondo della Natura o, meglio, della Storia Naturale. Valentina ed io siamo scappate a Firenze nell’ultimo giorno disponibile, per fortuna! I curatori della mostra, ispirati da Ulisse Aldovrandi e dai preziosi reperti delle collezioni di Storia Naturale, hanno creato un curioso e fantasmagorico abbinamento fra le opere dell’ Alta Moda e le opere della Natura…

Nell’allestimento volutamente oscuro, gli abiti splendono come gemme. Tuttavia non sovrastano gli allestimenti naturalistici presenti: infatti, come recita un avviso all’inizio dell’esibizione,

per gli abiti e gli oggetti in mostra non sono stati uccisi animali selvatici, e sono stati utilizzati i carapaci di coleotteri in muta, tuttavia il visitatore è invitato a riflettere su una questione ambientale di cruciale importanza .

Nella sua celebrazione dell’effimero, Animalia Fashion Exhibition a Palazzo Pitti ci mette davanti alla realtà che non sarà il pianeta a “morire”, ma l’uomo -la presenza effimera sul Pianeta – a cessare.

Ora, io – facendo moda per mestiere – attribuisco alla Moda un ruolo prevalentemente sociale, e solo secondariamente artistico (sebbene l’Arte ci sia, eccome). Infatti penso che il suo primario scopo sia, e debba restare, la risposta all’esigenza pratica del vestire. Tuttavia abbraccio con convinzione il messaggio importante che la Animalia Fashion Exhibition ha voluto dare: noi siamo piccoli, la natura è grande, pertanto dobbiamo celebrarla e rispettarla. Perché, con tutta la sua fragilità, la Natura sopravvive sempre. E l’industria della Moda – con il suo enorme valore economico – deve prendersene carico, per quel che le compete.

Animalia, Platone e dostoevskij

Però, al cospetto di tanto splendore, dopo il rimorso ti assale la meraviglia e infine un senso di rassicurazione. Nasce il pensiero che, per davvero, il Bello è lo strumento più possente che l’umanità ha in mano: il bello è lo splendore del vero – secondo Platone, ma ancora più chiaro è Dostoevskij la bellezza salverà il mondo

E allora, godiamoci tanto splendore. Usiamolo come una freccia che ci faccia arrivare al di là…