Cristobal Balenciaga, il purista della moda

L’enfant prodige

Cristobal Balenciaga, il purista della Moda. Come Sarto, era un cultore della tecnica ed ebbe una lunghissima e trionfale carriera. Imparò l’arte e ne approfondì i segreti da bambino: sembra che la sua prima cliente l’abbia avuta a 12 anni, e dato che si trattava di una nobildonna di rango, direi che centrò subito l’obiettivo.

Balenciaga, schizzi 1937
Schizzi, 1937

il maestro dei maestri

Concluse poi la sua carriera nel 1967 con una sfilata straordinaria: dismise la Maison (a cinquant’anni dalla sua apertura) e si ritirò a vita privata, lasciando le donne più eleganti del mondo a strapparsi i capelli per la disperazione.

L’uomo riservato

Molto si è scritto e mostrato su questo grande artista della moda: solo fra il 2017 e il 2019 sono uscite mostre di eccezionale bellezza con altrettante monografie, cataloghi e molto altro. Quindi vi rimando a quelle immagini per farvi un’idea più completa su B.o, meglio, un’idea sulla sua opera, perchè della sua vita volutamente è trapelato poco: era estremamente riservato, ma amatissimo da chi gli viveva intorno; maniacale nella sua ricerca di perfezione, concepiva solo il su misura, cioè il rapporto diretto con la cliente. Non presenziava alle proprie sfilate; non concedeva interviste; raramente si faceva fotografare – e quindi non fu un beniamino della stampa -, ma coltivava i grandi talenti che gli creservano intorno (Hubert de Givenchy, Mila Schön, Emmanuel Ungaro, Oscar de la Renta…), che poi hanno trasportato le sue tecniche e gli insegnamenti nei decenni successivi. Visse e morì ricchissimo, perché era un intelligente amministratore della sua fortuna.

Voglio pensare che sia stato un uomo profondamente felice, soddisfatto della propria vita. Perché ha fatto quello che ha voluto, non si è piegato ai compromessi, ha lasciato fuori dalla porta brusii e salamelecchi, costruendosi nel contempo una solida cerchia di affetti e di collaborazioni che lo hanno protetto dalle indiscrezioni. Un Grande.

Cristobal balenciaga, mon amour

Cosa mi piace di Cristobal Balenciaga? Tante cose: in primis, il suo concetto che la moda può essere solo “Alta” cioè, su misura. E’ un concetto estremo, ma una sarta non può che condividerlo:creare un abito per un manichino è una cosa, ma crearlo per una persona ha un significato completamente diverso.

Mi piace la sua purezza: stabilito che il pret-à-porter non è per lui, e assodato che il futuro della moda è quello, si ritira e punto. Non ha bisogno del compromesso.

Adoro, semplicemente (…proprio nel senso di idolatria…), la sua cifra stilistica, ovvero la fusione fra tessuto, taglio e corpo.

Cristobal Balenciaga Maison
Il Maestro dei Maestri

Infine, mi piace la sua visione della donna: la ammira, non la costringe né disegna su di lei un ideale preconfezionato. Inventa negli anni ’50 la linea a sacchetto; mette a punto una serie di strutture in organza di seta per sostenere gli abiti e far stare comoda la signora all’interno.

Vi rendete conto?!? Chi mai come lui?

Mi sono innamorata dei suoi abiti precocemente, abbagliata da una foto di Fabiola del Belgio in abito da sposa. Io ero piccola… ma il vestito era perfetto. Lineare, sontuoso, luminoso e regale. Visto la sposa, l’occasione e la location, perfetto è l’unico attributo che mi viene in mente.

Abito da sposa Fabiola del Belgio
Fabiola, Regina del Belgio

Certo, gli abiti di Balenciaga non sono per tutte: solo donne con una forte e distinta personalità sono in grado di indossarli, a pena di restarne inghiottite. Ma le (poche) fortunate, sono le più eleganti del pianeta…

Infine, bellissimo è il suo rapporto con la pittura, l’architettura e le tradizioni artistiche spagnole: dai ricami incrostati sui boleri dei toreador, ai riferimenti all’Infanta Margherita, all’uso sontuoso del nero che è parte integrante della trasizione spagnola, alla sua stessa interpretazione dell’abbigliamento: sin dal principio è austera, sontuosa e regale come la civiltà spagnola.

Spero di avervi incuriosito, ma spero che Cristòbal Balenciaga diventi una vostra ossessione, come lo è per me! Buona Fortuna…

Published by

Giuliana Costantino

Fiumana nata a Roma, dopo gli studi scientifici e la laurea in Economia e Commercio alla Sapienza, ho ottenuto i diplomi di Modellismo Sartoriale e di Sartoria alla Scuola Centro Moda - Guarino di Roma. Mamma e moglie felice, sono anche un’entusiasta creatrice di moda all’Atelier 322 Couture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *