atelier 322 couture drappeggi

L’Alta Moda, Archetipo della Sartoria.

A Qualcuno Piace Classico?

L’Alta Moda… Cos’è l’Alta moda se non un archetipo? Spesso la si vede come qualcoso di assolutamente astruso dalla realtà, ma non è proprio così.

Alta moda archetipo della sartoria Meryl Streep- The Devil Wears Prada
Miranda….No No

In realtà, L’Alta moda è il luogo dove artisti e artigiani  di talento  perpetuano anno dopo anno, decennio dopo decennio l’eredità antica del savoir-faire: l’insieme  delle  competenze che servono per fare un vestito. Il disegno, il taglio, il cucito, il ricamo … e le infinite tecniche di rifinitura.

Io prediligo lo strano, il curioso, l’esagerato, il futuro e il passato…, nel contempo adoro tutto quello che rientra nella  categoria “Classico“. Non è proprio un controsenso perché, si badi bene, per classico non intendo quel nonsoché di …noiosino

Alta Moda come Archetipo Rita Hayworth - Gilda
“Gilda” – Indimenticabile

Bensì….quello indimenticabile!

Classico è quel qualcosa che continua a trasmettere il suo messaggio nonostante il tempo che scorre. Che mantiene il suo appeal e continua a suscitare collettivamente la stessa emozione. Anche dopo cinquant’anni. O dopo trecento. O quando arriva direttamente dal V sec. a.C.

Il Classico è anche come Rita Hayworth. Come Audrey Hepburn, addirittura come Marilyn Monroe: indimenticabili. Perché la loro indiscutibile bellezza esterna nasceva dal di dentro, dalla loro personalità, dal carattere… non solo dai lineamenti. Altrimenti le avremmo già dimenticate, come tante altre.

Così anche l’Alta Moda è un Classico: guardate un abito di Madame Grès, che dopo 90 anni è ancora meravigliosamente bello: ma non per caso. Infatti il suo splendore nasce da quello che è nascosto dietro ogni piega…Madame Grès inventò una particolare pieghettatura, che si chiama come lei, molto laboriosa, che richiede decine di ore di lavoro e decine di metri di tessuto (circa 30 per ogni abito), che però è in grado di compiere un piccolo miracolo: dona un’aria di impalpabile naturalezza ad una costruzione che definire complessa è una sottovalutazione!

L’Alta Moda come archetipo

L’Alta Modaè l’archetipo della sartoria in quanto espressione concreta di una sapienza antica, che continua ad applicarsi sempre uguale a sé stessa per creare la bellezza che verrà. Perfetta, imprescindibile, uguale eppure diversa. Perdetevi nelle collezioni dell’Haute Couture presentate a Parigi due volte l’anno: da perdere la testa!

L’Alta Moda è un archetipo proprio perché gli stessi protagonisti continuano a riprodurre la stessa opera, sempre uguale, sempre diversa, sempre perfetta: uno immagina l’abito; un secondo lo taglia; un terzo  lo cuce; un altro ancora lo ricama… Sacerdoti e sacerdotesse di un rituale che, veramente dal nulla, crea qualcosa di talmente vivo e tangibile che emoziona. Creazione di Moda. Può apparire altisonante, ma non lo è. E’ la semplice verità. Dal nulla, da un tratto di matita, si arriva al piccolo capolavoro che è l’abito couture.

Mani Sapienti e Menti Brillanti

Il savoir-faire è il fil rouge che passa invisibile attraverso ogni creazione di moda: quando lo “stilista” ha la visione dell’abito, una squadra compatta di mani sapienti e menti brillanti entra in azione: ciascuna con il suo bagaglio di conoscenze,radicate nel tempo lontano, ripete una precisa scansione di fatti. Penso al Modellista, che – secondo calcoli e schemi geometrici di cui custodisce i segreti – traduce l’idea dello Stilista in cartamodelli concreti e poi al Tagliatore, che li prende in carico e parla ai tessuti: legge la struttura della stoffa, e le sue forbici vanno esattamente dove il tessuto richiede. In minimo errore e il processo creativo si interrompe, per poi ricominciare daccapo. I Sarti e le Petite-Mains compiono la magia: e nasce l’abito.

Tutti gesti che giungono dritti dritti dal passato…. Le tecniche delle petite-mains di Dior, oggi, sono le stesse delle petite-mains di Marie-Antoinette. E’ questa continuità che mi emoziona, e che rende l’Alta Moda così unica, speciale e insostituibile…..

In Conclusione

… dell’Alta Moda non si può fare a meno! Senza, non si tramanderebbero segreti che generazioni di donne hanno curato e coltivato nel tempo. Seguiteci in questo viaggio incantato….

Published by

Giuliana Costantino

Fiumana nata a Roma, dopo gli studi scientifici e la laurea in Economia e Commercio alla Sapienza, ho ottenuto i diplomi di Modellismo Sartoriale e di Sartoria alla Scuola Centro Moda - Guarino di Roma. Mamma e moglie felice, sono anche un’entusiasta creatrice di moda all’Atelier 322 Couture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *